blog/NEWS

Soggiornare in sicurezza con il protocollo di previsione COVID-19

news

L'emergenza sanitaria ha messo a dura prova le nostre abitudini e la nostra quotidianità cambiando anche il nostro modo di spostarci e di viaggiare. Per questo, soggiornare in sicurezza è, oggi più che mai, indispensabile. È una delle garanzie delle quali il turismo non può più fare a meno, sia che ci si sposti per lavoro che per vacanza. Giuan ha studiato e applicato, in entrambe le sue strutture, Classic e Design, un preciso protocollo di prevenzione del virus SARS-CoV-2, in grado di garantire a tutti gli ospiti un soggiorno sereno in completa sicurezza, in ogni fase della sua pianificazione. Dalla prenotazione all'arrivo in albergo e dalla prima all'ultima notte trascorsa da Giuan, il personale sarà sempre a completa disposizione per qualsiasi informazione o chiarimento. In tutte le aree comuni delle strutture è presente un'efficace segnaletica che descrive le norme di comportamento richieste agli ospiti nel rispetto della loro sicurezza e di quella degli altri. Il personale è formato e preparato a gestire ogni momento della giornata in hotel in massima sicurezza, dalla prima colazione alla pulizia delle camere e non manca di ricordare le indicazioni relative al corretto comportamento da tenere all'interno delle strutture (distanza di sicurezza, utilizzo di guanti e mascherine, igiene delle mani, ecc). Il protocollo di prevenzione completo è disponibile sul sito e descrive tutte le norme previste non solo per gli utenti ma anche per il personale, dettagliando le procedure di pulizia di ambienti, impianti, stoviglie e biancheria oltre ai comportamenti previsti in caso di sospetta o acclarata infezione da Coronavirus. 

Nuovo sito, vecchia veste

news

La veste è rimasta uguale, a sottolineare che nulla è cambiato in quanto ad accoglienza, professionalità, attenzione al cliente. I contenuti però sono molto diversi. E’ on line la nuova release del sito www.giuan.it , nel quale l’utente può scoprire ancora meglio di prima i dettagli delle proposte Giuan Classic e Giuan Design e le 21 camere nelle quali accoglieremo turisti e businessman, adepti del turismo balneare e di quello sportivo, fanatici delle vacanze famigliari e delle fughe romantiche.
Abbiamo dedicato molto spazio alle esperienze, abbiamo dettagliato le tariffe, aggiungendo tre non rimborsabili di cui una assicurata, abbiamo curato la relazione con il cliente chiedendo apertamente di ricevere una recensione. Abbiamo dedicato molto spazio alla sicurezza e al protocollo Covid-19 che intendiamo seguire e far seguire.
E’ ovviamente possibile prenotare direttamente ed ottenere le migliori tariffe. Approfittane!

Giuan aggiunge altre 14 camere con Design

news

La famiglia Giuan si sdoppia per poter offrire un'offerta ancora più ampia: una nuova struttura (ex Hotel Anna) affiancherà quella storica, mantenendo la medesima attenzione nei confronti del turismo balneare e di quello sportivo, delle vacanze famigliari e dei viaggi d'affari. La storica struttura di via Colombo, che prende oggi il nome di Giuan Classic, resta naturalmente aperta, accogliendo come sempre gli ospiti con il suo stile ligure-provenzale, ispirato all'incanto della tradizione regionale. Più contemporanea è invece l'impronta raffinata di Giuan Design, l'albergo nato dalle ceneri dell'ex Hotel Anna, in via Queirolo. Aprirà tra poche settimane, nel pieno di una stagione difficile che non spaventa la “famiglia” Giuan, decisa a non girare gli occhi dall'altra parte in un momento così complicato per il settore alberghiero. L'Albergo Giuan Design verrà inaugurato quest'estate in una veste completamente ristrutturata che conta 14 camere (di cui una attrezzata per disabili) dal look attuale e ricercato, uno stile che non lascia alcun dettaglio al caso. Giuan Design sorge a 20 metri dal mare, in una zona a traffico limitato che garantisce comodità e tranquillità a tre stelle, ideale per ogni tipo di soggiorno. La sistemazione dell'auto non è un problema grazie al parcheggio sotterraneo dotato anche di ascensore con accesso diretto alle camere, un servizio in più a disposizione di tutti gli ospiti. Con un po' di ritardo dovuto all'emergenza sanitaria, i lavori nella nuova struttura proseguono rapidamente e le prenotazioni sono già aperte, in vista di un soggiorno in ogni caso indimenticabile, la cui sicurezza è garantita dal protocollo di prevenzione del virus SARS-CoV-2 predisposto in entrambe le strutture.
 

Con la Besafe Rate, il soggiorno è assicurato

news

Giuan deve il suo successo alle coccole che dedica ai propri clienti. Con l’estate 2020, una nuova attenzione si aggiunge al bouquet dell’offerta di Giuan: Besafe Rate, la tariffa prepagata per viaggiare senza pensieri, creata ad hoc per le esigenze di chi parte con i propri cari, fa parte da oggi delle proposte tariffarie di Giuan.
È una tariffa rivoluzionaria che offre molti vantaggi per te e la tua famiglia. Senza nessun costo aggiuntivo, comprende un’assicurazione per il viaggio, che offre l’assistenza sanitaria, la copertura per cancellazione a causa di imprevisti, furto e molto altro.
Per avere tutto questo devi solo scegliere Besafe Rate al momento della prenotazione tra le tariffe disponibili sul sito dell'hotel.
La tariffa include: rimborso fino al 100% del soggiorno in caso di annullamento per eventi imprevisti; copertura spese mediche e medicinali in caso di infortuni o malattia durante il soggiorno; garanzia di un rimborso in caso di furto o mancata consegna del bagaglio; anticipo di denaro fino a 250€ entro 24h in caso di furto di documenti; assistenza stradale sul posto; copertura spese di alloggio in caso di permanenza forzata nella città del soggiorno; assistenza per il rimborso e compensazione dovuti in caso di cancellazione o ritardo oltre le 3 ore delle compagnie aeree; assistenza legale gratuita per risarcimento danni causati da terzi durante il soggiorno; rimborso di giorni di soggiorno non goduti in caso di partenza anticipata in caso di malattia o infortunio durante il soggiorno.

La Festa di San Benedetto compie 40 anni

news

Un tuffo nel passato, approfittando di una delle manifestazioni storiche più importanti e suggestive di Taggia e del clima della Riviera, che consente a turisti e appassionati di godere di temperature miti anche in pieno inverno. Il mese di febbraio rappresenta un’occasione imperdibile, quella della Festa di San Benedetto, per trascorrere un weekend nella Riviera dei Fiori, in una stagione che ha molto da offrire, dai momenti di relax alle escursioni passando per le scoperte storico-culturali ed enogastronomiche. In particolare quest’anno, per festeggiare i 40 anni del Corteo Storico che ha reso celebre la Festa di San Benedetto, la manifestazione sarà arricchita anche da una messa solenne in costume d’epoca, che sarà celebrata in omaggio a tutti coloro che in questi anni hanno reso unico questo evento. I festeggiamenti del Santo Patrono iniziano a metà febbraio, ricordando il giorno della morte di San Benedetto Revelli (attribuita al 12 febbraio del 900 d.C.) e si concludono la quarta domenica del mese, con la rievocazione storica che ripropone momenti di vita vissuta ambientati nel pieno del XVII secolo. In particolare, i rioni taggesi e i visitatori piomberanno nel bel mezzo del Seicento, nell’edizione 2020 più che mai, perché in occasione del 40esimo anno la manifestazione durerà tre giorni, dal 28 febbraio al 1 marzo. Da non perdere, oltre al corteo e alla messa solenne in costume la rievocazione della storica battaglia tra Genova e i Savoia, i falconieri, gli sbandieratori intemeli.

Autunno da scoprire: Triora

news

La Liguria è una regione allungata sul mare, in cui i caratteristici borghi si affacciano sulla costa carichi di storia, cultura e arte. Sono sempre più numerosi i viaggiatori che si addentrano nell'entroterra ligure, curiosi di scoprire una ricchezza che va molto oltre le spiagge e il mare e che li catapulta in una dimensione in cui leggenda e realtà si fondono in località uniche, visitabili in tutte le stagioni dell'anno. Anche l'autunno regala suggestioni uniche, dunque, a patto di saper assecondare il suo spirito, magari scegliendo di visitare un borgo arroccato, che conserva gelosamente il suo antico fascino, come Triora, il paese delle streghe. Bandiera arancione, Triora si trova a poco più di 30 km da Taggia e sorge a 800 metri di altezza. Questo bellissimo borgo medievale è tristemente noto per la caccia alle streghe, che tra il 1587 e il 1589 portò alla condanna a morte di sei donne; ma è molto più di questo, anche se gli abitanti del luogo hanno dedicato a questa vicenda congressi, mostre e libri. Originariamente circondata da sette porte di accesso alle mura, Triora conserva ancora due delle sue cinque fortezze e molti cimeli legati alla vita contadina, oltre ai documenti relativi al processo di stregoneria, tutti conservati nel Museo etnografico e della stregoneria che si trova all'inizio del paese. Altri luoghi di interesse sono la Collegiata dell'Assunta, l'Oratorio di San Giovanni Battista, i ruderi della chiesa di Santa Caterina d'Alessandria, costruita nel 1390 e i resti del Castello del XIII secolo. La leggenda vuole che presso la Cabotina un tempo si riunissero le bàgiue, ovvero le streghe, per lanciare i bambini in fasce alle streghe dei paesi limitrofi come se fossero dei palloni. La storia invece racconta che Triora fu popolata già a partire dal Neolitico medio - all'incirca tra il 3800 e il 3000 a.C. - e che Genova provò a sottometterla senza alcun successo, trovandosi costretta a comprare la città-fortezza, per potersi impossessare della ricchezza delle sue terre oltre che della sua posizione strategica.
Vale davvero la pena visitare questo borgo unico, che vive in modo diverso, inatteso e affascinante. Gli eventi vengono programmati secondo il calendario lunare, un tipo di calendario che precede quelli solari a cui siamo abituati, che testimonia il profondo rispetto che la comunità ha tutt'ora per le sue tradizioni.

Per il tuo soggiorno a Triora e in Riviera, scopri le disponibilità di Albergo Giuan Arma di Taggia. Clicca qui

Taggia è uno de I Borghi più Belli d'Italia

news

Secondo solo a quello di Genova, per importanza ed estensione, Taggia è uno dei centri storici più antichi della Liguria. Con il suo fascino ha conquistato anche l'associazione “I Borghi più Belli d'Italia” che lo ha riconosciuto come uno dei 279 borghi degni di nota e sicuramente di visita: l'associazione inserisce infatti tutti i piccoli centri storici certificati in una guida illustrata che consente ai visitatori di organizzare un viaggio in alcuni dei meravigliosi paesi di cui è disseminata l'Italia. Taggia fa compagnia ad altri 20 paesini liguri la cui bellezza viene riconosciuta a livello nazionale e apre le porte a numerose iniziative legate al turismo culturale: rievocazioni storiche, urban trail, family run, cortei, fuochi ed eventi enogastronimici si aggiungono alle feste popolari, come quella in onore di San Benedetto, e ai festeggiamenti storici che contribuiscono ad accrescere il valore e la salvaguardia della tradizione locale. Il fiume Tabia, che da il nome al centro storico, segna il confine di una terra che per secoli fu un punto cruciale per i commerci e la viabilità, diventando sede di numerosissimi insediamenti. Con la conquista dei territori della costa da parte dei Romani, il popolo fu costretto a rifugiarsi nell'entroterra, nei pressi del convento benedettino di un gruppo di monaci arrivati dal cuneese. Fu qui che nacque la Taggia medievale, grazie alla sapienza e alla dedizione dei monaci che favorirono la coltivazione dell’olivo e bonificarono le foreste. Il patrimonio culturale e artistico di quel periodo è quasi completamente sopravvissuto allo sterminio dei saraceni ed è ancora ben visibile in uno dei centri più suggestivi del Ponente Ligure.

La Classicissima dà il benvenuto alla primavera

news


Pietra miliare del ciclismo da più di un secolo, la Milano-Sanremo apre la stagione primaverile offrendo a tutti un'ottima occasione per trascorrere una giornata all'aria aperta. La più importante competizione ciclistica nel panorama nazionale parte ogni anno dalla fresca Lombardia per arrivare, in giornata, nella calda Liguria: quasi 300 km di pura passione che coinvolge ogni anno migliaia di sportivi. La storia di questa famosissima gara inizia nella Belle Époque e precisamente il 19 marzo 1907, giorno della festa di San Giuseppe. Disputata inizialmente la domenica, la Classicissima si svolge ogni anno nel sabato più vicino al 19 marzo radunando centinaia di appassionati che si distribuiscono lungo la via Aurelia negli spazi dedicati al pubblico. Dal 2008 per tutti gli amanti dello sport e dell'attività all'aria aperta, c'è anche l'opportunità di raggiungere i punti più interessanti in cui incrociare la corsa, in bicicletta o a piedi, sfruttando la pista ciclabile più lunga d'Europa: da San Lorenzo al Mare ad Ospedaletti, passando per Arma di Taggia e per Sanremo, 24 km di percorso pedonale e ciclabile consentono a tutti di raggiungere agevolmente i punti salienti della Milano-Sanremo proprio nel suo tratto più suggestivo ma sopratutto di godere di un panorama mozzafiato pedalando o passeggiando con una vista mare impagabile.
Scopri la disponibilità di Albergo Giuan Arma di Taggia per il periodo della Milano-Sanremo. Clicca qui

San Benedetto: a febbraio, Arma di Taggia in Festa

news

Soggiornare ad Arma di Taggia significa dormire sonni tranquilli con la prospettiva di svegliarsi a metà strada tra cultura e benessere, con tutte le comodità a portata di mano e di bicicletta, grazie alla pista ciclabile che attraversa il paese. La sua posizione privilegiata, ben sviluppata tra mare e collina, fa di Arma di Taggia una località turistica molto apprezzata ma c'è stato un tempo in cui trovarsi in un luogo strategico nascondeva un rovescio della medaglia davvero pericoloso, rappresentato sopratutto dalle scorribande dei pirati. Il periodo più drammatico per la popolazione locale fu probabilmente quello del XVI secolo, quando i pirati saccheggiarono il paese senza alcuna pietà e una grave carestia decimò la popolazione. Pare che già in quel periodo gli abitanti di Taggia si rivolsero a San Benedetto invocando la sua protezione e iniziando a celebrare la Festa del Santo Patrono anche se le fonti storiche fanno risalire la nascita ufficiale della manifestazione un secolo più tardi, al 26 aprile 1625, quando il Consiglio degli Anziani e il Parlamento di Taggia decisero di costruire un oratorio intitolato al Santo patrono impegnandosi solennemente a festeggiarlo il 12 febbraio di ogni anno. In ogni caso la tradizione viene onorata ancora oggi, sempre a metà febbraio, con grandi e suggestivi festeggiamenti che comprendono mercatini artigianali, sbandieratori, falconieri e cortei che rievocano la storia di questo paese in una delle 20 manifestazioni in costume d'epoca più belle d'Italia.
Scopri la disponibilità di Albergo Giuan Arma di Taggia per il periodo di San Benedetto. Clicca qui

 
BLOG/NEWS
foto

Soggiornare in sicurezza con il protocollo di previsione COVID-19

foto

Nuovo sito, vecchia veste

foto

Giuan aggiunge altre 14 camere con Design

Newsletter

Restiamo in contatto! Lascia la tua mail,clicca qui